siti web roma

Siti web Roma: 5 consigli per non sbagliare

Siti web Roma: 5 consigli per non sbagliare

I siti web oggi rappresentano delle vere e proprie vetrine per farsi conoscere e dare la possibilità al cliente di comprendere le potenzialità di un’agenzia, un’azienda o un libero professionista. Proprio come la vetrina di un negozio però un sito web deve essere realizzato strategicamente, con un particolare attenzione al design e al modo in cui i contenuti vengono proposti. Improvvisazione, fretta e scarsa competenza sono controproducenti. Ecco perché in questo articolo vogliamo darvi 5 consigli per non sbagliare e creare un sito web che vi rispecchi.

Siti web Roma: ecco cosa fare

Per la creazione di siti web a Roma ecco a voi 5 consigli degli esperti Glocal Consulting che vi aiuteranno a mettervi sulla strada giusta evitando errori grossolani e sprechi di risorse:

  1. A meno che non siate davvero ferrati in materia e non vi siate già cimentati nella creazione di siti web molto ben riusciti, il primo consiglio è quello di affidarsi a professionisti dalle comprovate competenze. Ma come capire di quale agenzia o esperto avvalersi? Date un’occhiata al sito e al portfolio che racchiude tutti i lavori svolti che vi darà una panoramica delle aziende che hanno giovato di particolari servizi forniti dall’agenzia.
  2. Per siti web Roma è assolutamente fondamentale una profonda attenzione al design del sito e a una disposizione dei contenuti semplice ma allo stesso tempo impattante. Un sito web che si presenti bene e sia intuitivo è il primo passo per un avvicinamento duraturo del cliente. Va inoltre considerato che la soglia di attenzione sta scendendo sempre di più: abbiamo a disposizione solo pochi secondi per colpire chi ci legge.
  3. I siti web devono necessariamente tenere in considerazione il target di riferimento e il tipo di servizio per il quale devono essere costruiti. Un sito web dedicato a una mostra d’arte differirà completamente da un sito web che si occupi di noleggio macchinari e questa differenza riguarderà anche i fruitori del sito web che devono essere accompagnati nella navigazione affinché ottengano ciò per cui sono atterrati lì.
  4. È quanto mai fondamentale oggi presentarsi in modo appropriato, spiegando chiaramente la propria origine, i servizi offerti e gli obiettivi che si desidera raggiungere. Proprio per questo la sezione “Chi siamo” deve essere studiata e creata ad hoc inserendo non solo la storia e i traguardi dell’azienda, agenzia o privato ma anche le difficoltà che sono state superate per raggiungere infine grandi successi. Insomma, lo storytelling è essenziale.
  5. Semplicità ed eleganza. La semplicità unita al gusto e all’eleganza è sempre la carta vincente. Il pensiero generale è che abbondare, inserire molte informazioni ed eccedere sia la soluzione migliore ma in realtà dei professionisti in materia vi diranno proprio il contrario. Decostruire e togliere sono due attività fondamentali per non creare un sito web pesante e attufato che sia più una lista della spesa che uno spazio per farsi conoscersi e offrire un servizio.

Le soluzioni di Glocal Consulting

Insomma per la creazione di siti web Roma non esitate a rivolgervi a degli esperti. In questo senso Glocal Consulting, oltre a mettersi a disposizione nella costruzione di siti vi seguirà anche nel processo di posizionamento online, attraverso la creazione di piani editoriali che nel tempo vi permetteranno di rendere il vostro servizio sempre più visibile e vicino ai clienti.

Piaciuto l’articolo? Puoi leggere anche questo https://www.glocalconsulting.it/agenzia-di-comunicazione-roma-e-dove-trovarla/
Puoi guardare il portfolio qui https://www.glocalconsulting.it/portfolio
LinkedIn – https://www.linkedin.com/company/glocal-consulting-italy
Facebook – https://www.facebook.com/glocalconsultingroma
Instagram – https://www.instagram.com/glocalconsulting

Come proteggere un sito wordpress Glocal Consulting agenzia di comunicazione roma latina aprilia

Come proteggere un sito WordPress

Come proteggere un sito WordPress. Tempo fa avevamo parlato dello stesso argomento in questo articolo. Cosa è cambiato oggi rispetto ad allora? Da una parte molte cose, dall’altra no. Spieghiamo meglio. Quello che conta è avere buone abitudini a livello di sicurezza. WordPress (il suo core nello specifico) è semplice, funzionale, sicuro. Il vanto di wordpress sono sicuramente i migliaia di plugin disponibili e l’ampio supporto della community. Questi stessi plugin però ne rappresentano anche il punto debole se sono “scritti” in maniera non troppo corretta o (peggio) non aggiornati. WordPress ha un proprio core, spesso un tema grafico, ed i plugin. Se non manteniamo tutto questo aggiornato, ci esponiamo a possibili attacchi.

Modi pratici su come proteggere un sito WordPress

Molti siti web offrono a pochi euro abbonamenti con plugin che però non si possono aggiornare regolarmente. Questa è solo una soluzione temporanea, perché dopo poco tempo il nostro sito potrebbe nuovamente esser soggetto ad intrusioni. Lo store ufficiale di WordPress (andando nella sezione plugin -> nuovo plugin) è sicuramente sicuro. Lì troverete ciò di cui avete bisogno. Tra l’altro WordPress vi indica costantemente se ci sono plugin (o traduzioni di questi) da aggiornare. Non è necessario comprare plugin premium, ve ne sono di gratuiti molto buoni. Molto buoni (lato sicurezza) sono Wordfence, Cerber, iThemes Security e CleanTalk per citarne alcuni.

Ricordate sempre: la scelta del provider (che dovrebbe andare al primo posto quando si pensa di fare un sito web) è fondamentale. Non affidatevi a provider improvvisati che non possono darvi supporto nei momenti di difficoltà. Dotatevi nel vostro piano anche di backup sistematici lato server, così da garantire copie di sicurezza. Vi sono differenti provider, e (a grandi linee) tutti offrono varie soluzioni. Togliere 20 o 30 euro annui per scegliere un hosting scarso potrebbe essere errore fatale.

 

Piaciuto l’articolo?
Puoi leggere anche questo https://www.glocalconsulting.it/siti-web-roma
Puoi guardare il portfolio qui https://www.glocalconsulting.it/portfolio
LinkedIn – https://www.linkedin.com/company/glocal-consulting-italy
Facebook – https://www.facebook.com/glocalconsultingroma
Instagram – https://www.instagram.com/glocalconsulting

 

ProsperityLive-Analytics-1200x675-1024x576

Quali informazioni ci fornisce Google Analytics sul nostro business

Siamo molto contenti di poter rispondere con questa puntata di ProsperityLivealla richiesta di una nostra ascoltatrice. L’argomento che trattiamo con piacere a seguito della sua segnalazione è: Google Analytics. Essendo uno strumento articolato, iniziamo a parlare oggi di alcuni suoi aspetti, riservandoci di approfondirne l’analisi in futuri appuntamenti del nostro podcast.
Ascolta “[047] Quali informazioni ci fornisce Google Analytics sul nostro business” su Spreaker.

Perché Google Analytics è di grande importanza per il nostro sito Internet e la nostra strategia online? Perché ci fornisce dei dati reali e significativi per capire come gli utenti si rapportano rispettano al nostro sito. Google Analytics permette infatti di sapere il numero di coloro che lo visitano, ma anche la loro provenienza geografica, gli orari in cui vi approdano e in generale il loro comportamento di navigazione sulle varie pagine. Questi dati devono essere letti e analizzati, soprattutto al fine di testare la nostra strategia e il raggiungimento dei nostri obiettivi. Rilevare, tramite Google Analytics, che qualcosa non sta funzionando come desideravamo è fondamentale per cambiare il tiro e migliorare ciò che stiamo facendo. E’ consigliabile quindi utilizzare questo strumento di analisi, per indirizzare gli utenti verso un percorso che sia più gradevole per loro e al tempo stesso più produttivo per il proprietario del sito.

Ecco di cosa parleremo:

  • Che cos’è Google Analytics e a cosa serve
  • L’analisi del comportamento dell’utente
  • Come trarre da questo strumento suggerimenti importanti sulla propria strategia
  • Come creare un account Google Analytics
  • Plugin disponibili per WordPress
  • Dati importanti da valutare
Siti wordpress roma glocal consulting

Come proteggere un sito WordPress – Consigli e interventi preventivi

Come voi ascoltatori ormai sapete, molto spesso ci piace partire dalle nostre esperienze personali in ambito business, web e tecnologia, per condividere con voi quello che sperimentiamo e impariamo. Nella puntata di oggi parliamo di uno strumento fondamentale per la nostra visibilità, per promuoverci e acquisire clienti, ovvero: il sito Internet. Soprattutto ci vogliamo focalizzare su tutto ciò che si deve e che si può fare per proteggere un sito WordPress.  Infatti può succedere che si verifichino delle anomalie che addirittura possono portare il Provider, che ci offre il servizio di Hosting, a inibire il nostro sito.

Ascolta “[033] Come proteggere un sito WordPress” su Spreaker.

Queste anomalie, come vedremo, dipendono da diversi fattori. Non sempre i comportamenti anomali sono previdibili; ma in linea generale è sempre meglio prendere in considerazione alcuni parametri specifici quando si crea il propro sito. Particolare attenzione va fatta innanzitutto nel selezionare il Provider, che deve essere affidabile e fornire un servizio di qualità elevata. Ma, come vedremo, anche nell’utilizzo dei Plugin e nella scelta del Webmaster o tecnico che ci segue, dobbiamo tenere presente degli aspetti fondamentali. Seguendo alcune linee guida e utilizzando determinati strumenti, saremo sicuramente più pronti a proteggere il nostro sito e la nostra attività.

Ecco di cosa parleremo:

  • Il Provider può inibire il nostro sito internet in caso di anomalie e senza preavviso
  • Cose da tener presente quando costruiamo un sito WordPress
  • Quali sono i fattori che possono provocare delle anomalie
  • software del Provider: campanelli di allarme in caso di anomalie
  • Attenzione al piano che si sceglie quando si costruisce la propria pagina Internet
  • Il Provider e l’assistenza che fornisce
  • Plugin utili a mettere in sicurezza un sito WordPress
  • Vari Provider Italiani ed Europei
  • Altri accorgimenti per evitare problemi con il proprio sito: backup e scelta del webmaster