realizzazione siti corsi online

Realizzazione siti corsi online – Tipologie e consigli

Realizzazione siti corsi online. Riportiamo ed aggiorniamo un articolo scritto qualche tempo fa. Oggi per distinguersi in rete e per dare vita ad un’attività redditizia, è necessario rivolgersi a un mercato di nicchia. Infatti se ci pensiamo anche Apple, prima di affermarsi, è nata come azienda di nicchia che in seguito si è fatta strada puntando sull’eccellenza dei suoi prodotti, ma anche ad esempio sull’assistenza. Proprio nell’ambito di strategie rivolte a mercati di nicchia, parliamo nella puntata di oggi di corsi online, in particolare di video corsi, o una tv tematica con puntate specifiche (Youtube, o IGTV). Infatti aprire un sito che offre corsi online può essere un’idea vincente, se sviluppata naturalmente con impegno e tenendo conto di alcuni accorgimenti.

Ascolta “[034] Creare corsi online – Tipologie e consigli” su Spreaker.

In effetti i clienti, oggi più che mai, vogliono apprendere nella maniera più veloce e chiara possibile. Perciò è importante definire dall’inizio con precisione la tipologia di realizzazione dei siti per corsi online che si vogliono offrire e strutturarli in modo che rispondano a questa esigenza. Se quindi si è spaventati dall’idea che occorra una strumentazione molto complessa per creare dei video corsi, nell’episodio di oggi sfatiamo questo mito, dando dei suggerimenti pratici.

E inoltre vi regaliamo una checklist specifica con i vari step da seguire per realizzare corsi online.

Realizzazione siti corsi online – Clicca qui per scaricare la checklist

Ecco di cosa parleremo:

  • Corsi online: l’idea e come metterla in pratica
  • Durata delle lezioni del video corso
  • Elementi da aggiungere al video corso
  • Strumenti consigliati per realizzare un video corso di buona qualità
  • Diverse tipologie di video corso
  • Importanza della presenza dell’esperto del corso con cui si può interagire
  • Una novità che sta prendendo piede: Siti Membership con abbonamento

 

Piaciuto l’articolo realizzazione siti corsi online?
Puoi leggere anche questo https://www.glocalconsulting.it/agenzia-di-comunicazione-roma-e-dove-trovarla/
Puoi guardare il portfolio qui https://www.glocalconsulting.it/portfolio
LinkedIn – https://www.linkedin.com/company/glocal-consulting-italy
Facebook – https://www.facebook.com/glocalconsultingroma
Instagram – https://www.instagram.com/glocalconsulting

 

Come proteggere la web reputation

Come proteggere la web reputation

Come proteggere la web reputation? Lavorando online e svolgendo attività che hanno visibilità in rete, ormai siamo tutti dei personaggi pubblici. Questo significa che il nostro modo di presentarci, quello che facciamo, i contenuti che condividiamo e le nostre modalità di espressione sono sotto gli occhi di tutti. Tutta questa serie di azioni e di comportamenti costituisce la nostra Web Reputation.

Innanzitutto va specificato che la nostra Web Reputation non dipende solo dalle azioni che compiamo in rete con il nostro profilo aziendale e ufficiale, bensì anche con quello privato. Sui Social Media, ad esempio, è facile venire taggati in una foto a nostra insaputa. Oppure su altri siti persone possono menzionarci, nei contesti più diversi, senza che lo sappiamo. Tutte queste tracce, legate anche ai nostri profili personali, rimangono online e non sempre si possono cancellare facilmente, incidendo notevolmente sulla nostra Web Reputation.

Come tutelare allora la propria Web Reputation? Ci sono diverse cose che possiamo fare, partendo innanzitutto dall’evitare un linguaggio offensivo e violento, anche al di fuori dell’ambito della nostra attività lavorativa. Certamente è bello poter esprimere le proprie opinioni anche online, così come nella vita off-line, ma ci sono tempi e modi giusti per farlo. Le immagini poi, come sappiamo, hanno un ruolo fondamentale in rete. Situazioni e scatti non appropriati possono essere molto negativi per la Web Reputation che ci siamo costruiti con successo fino a quel momento. In rete siamo dei “Brand” e il nostro Personal Brand merita tutta la nostra cura e attenzione.

Hai bisogno di tutelare la tua web reputation?
Puoi scrivere una mail a info@glocalconsulting.it, (operativo in questi giorni di smartworking) o all’occorrenza chiamare il numero 06.56569014.

 

Piaciuto l’articolo come proteggere la web reputation?
Puoi leggere anche questo https://www.glocalconsulting.it/agenzia-di-comunicazione-roma-e-dove-trovarla/
Puoi guardare il portfolio qui https://www.glocalconsulting.it/portfolio
LinkedIn – https://www.linkedin.com/company/glocal-consulting-italy
Facebook – https://www.facebook.com/glocalconsultingroma
Instagram – https://www.instagram.com/glocalconsulting

Siti e-learning roma

Siti e-learning Roma: a chi rivolgersi?

Siti e-learning Roma – Quante richieste facciamo a Google, Bing e ai motori in genere? Moltissime. Le piattaforme online stanno prendendo sempre più piede. Queste settimane forzate molte aziende e professionisti sono chiamati a rimanere nelle proprie abitazioni. I portali di e-learning possono rappresentare davvero quel plus in più che permette a molte realtà di continuare ad lavorare erogando contenuti audio / video e riducendo quindi quelle distanza forzate. In una città come Roma diventa difficile vedersi, specialmente perché tra gli obblighi di legge (ora) e tutti i problemi di traffico (situazione pregressa al Coronavirus, che sicuramente tornerà al passare della pandemia) non è semplicissimo muoversi senza subire ritardi.

Siti e-learning

Questi sono definiti anche portali, a seconda della loro grandezza. Possono essere strutturati in differenti modi. Glocal Consulting può dare vita a questi prodotti attraverso due modalità. La prima è composta dai siti web personalizzati (scritti da zero). Hanno il vantaggio di essere leggeri e seguiti dal giorno zero della loro creazione. L’agenzia programma utilizzando vari linguaggi, tra cui il famoso php. Gli svantaggi sono rappresentati dal costo di realizzazione e dai tempi dell’opera.

D’altro canto invece si può utilizzare (se le condizioni di realizzazione lo permettono) una soluzione basata su WordPress, famosissima piattaforma (che a onor del vero si basa su php) che, insieme ai suoi plugin, può dar vita a portali davvero interessanti. Tra i pro la possibilità di avere una piattaforma avviata su cui lavorare. Su questa però vanno effettuati interventi di configurazione e personalizzazione importanti. WordPress è “google friendly” (quindi più amata dal motore di ricerca), e i costi di realizzazione sono generalmente più bassi con risultati interessanti. La scelta migliore (ricordate) è sempre quella legata al progetto da concretizzare.

 

Piaciuto l’articolo siti e-learning Roma? Puoi leggere anche questo https://www.glocalconsulting.it/agenzia-di-comunicazione-roma-e-dove-trovarla/
Puoi guardare il portfolio qui https://www.glocalconsulting.it/portfolio
LinkedIn – https://www.linkedin.com/company/glocal-consulting-italy
Facebook – https://www.facebook.com/glocalconsultingroma
Instagram – https://www.instagram.com/glocalconsulting

Siti internet Roma

Siti e-commerce Roma: l’Italia che cresce

Siti e-commerce Roma: in questi periodi, causa Coronavirus, il commercio elettronico vola, dalla capitale in tutto il paese. Parola chiave ricercata quella nel titolo. Tuttavia il commercio elettronico è un fenomeno che descrive l’incertezza delle attività classiche e la potenzialità di quelle digitali. Il business online oggi può rappresentare effettivamente un’opportunità importante per un professionista o impresa che voglia implementare il proprio branding e le vendite nel mondo del web.

Nielsen riporta un incremento del 30% nell’ultima settimana di febbraio, spinto dall’emergenza Coronavirus. E questo nonostante i “casi” di aumenti di prezzo fuori controllo sulle principali piattaforme per lo shopping online. Commercio sì, ma anche il traffico internet è in aumento, considerando che in questi giorni moltissime persone sono bloccate a casa causa provvedimenti e decreti governativi.

Notevole anche l’incremento dei servizi di intrattenimento online, dei  videogiochi e soprattutto dei servizi legati al lavoro da remoto, questione che si sta già osservando anche in Italia dove fra le app più scaricate nell’ultimo periodo figurano per esempio diversi sistemi per il lavoro da casa, come Hangout Meet di Google  o Google Classroom.

E’ quindi importante per tutte le aziende e professionisti dedicare tempo alla realizzazione del proprio sito, sia esso meramente istituzionale che e-commerce stesso. Senza dimenticare il posizionamento sui motori, fattore fondamentale per farsi trovare (utilizzando per esempio parole come siti e-commerce roma). Infatti Google e i suoi algoritmi costantemente aggiornano la propria SERP. Avere un sito veloce è importante. E ricordate il certificato SSL, ma soprattutto con contenuti originali ed esclusivi che possano valorizzare concetti, idee ed informazioni.

Se quindi avete necessità di supporto nella realizzazione di siti web, e-commerce o SEO, potete rivolgervi a Glocal Consulting accendendo alla pagina contatti o chiamando il numero 06.56569014.

Piaciuto l’articolo? Puoi leggere anche questo https://www.glocalconsulting.it/agenzia-di-comunicazione-roma-e-dove-trovarla/
Puoi guardare il portfolio qui https://www.glocalconsulting.it/portfolio
LinkedIn – https://www.linkedin.com/company/glocal-consulting-italy
Facebook – https://www.facebook.com/glocalconsultingroma
Instagram – https://www.instagram.com/glocalconsultind

Agenzia di comunicazione Roma

Agenzia di Comunicazione Roma (e dove trovarla)

Agenzia di Comunicazione Roma. Una frase cercata molte volte con differenti risultati. Se la vostra esigenza è quella di trovare un partner tecnologico giovane ma di esperienza, brillante e con numerose soluzioni software, scegliete Glocal Consulting. Siti web, e-commerce, posizionamento sui motori di ricerca.

Oggi essere sul web è un’operazione semplice, non facile. Bisogna tenere conto di numerose variabili, tra cui gli obiettivi del cliente, i competitor sul mercato, i risultati attesi. Strutturare un sito ben fatto, curandone testi, sezioni, servizi, immagini e call to action non è cosa da sottovalutare. Presentarsi con un’operazione di branding forte è solo il primo passo per un percorso di affermazione digitale. Cammino che passa per i motori di ricerca.

Tutti in effetti possono accedere a Google e tentare di essere posizionati al meglio, pochi vi riescono di fronte a casa complessi (stando in prima pagina). Questo perché la SEO si basa su circa 200 fattori che possono influenzarne il risultato. Se volete apparire in prima pagina con determinate parole chiavi dovete tener conto di strutturare al meglio la tua strategia. Producete contenuti che siano originali ed esclusivi, ponendo importanza alla e parole attraverso le quali vorreste essere rintracciati (es. Agenzia di Comunicazione Roma).

 

Puoi guardare il portfolio qui https://www.glocalconsulting.it/portfolio/
LinkedIn – https://www.linkedin.com/company/glocal-consulting-italy
Facebook – https://www.facebook.com/glocalconsultingroma/

pte

Glocal Consulting in visita alla PTE il 25 Gennaio

PTE – PromotionTrade Exhibition è l’unico appuntamento annuale in Italia dedicato al mondo dell’oggetto pubblicitario, del tessile promozionale e delle tecnologie per la personalizzazione; collocata in un periodo dell’anno strategico e aperta esclusivamente agli intermediari del settore, la manifestazione rappresenta un momento di incontro imprescindibile tra l’offerta specializzata di produttori, importatori e distributori che incontrano la domanda di intermediari, rivenditori e personalizzatori.

La manifestazione prevede due grandi aree: quella dedicata agli articoli TESSILI e all’OGGETTISTICA e quella dedicata alleMACCHINE per la personalizzazione. L’offerta di PTE consente di spaziare ampiamente nel mondo del promozionale: dalle ultime curiosità riguardanti la PTO (Pubblicità Tramite Oggetto) alle idee più originali per la regalistica d’affari e l’incentivazione; dalle ultime tendenze per l’abbigliamento e gli accessori alle tecniche più innovative per la personalizzazione.

Durante la manifestazione non mancano momenti dedicati alla formazione e all’approfondimento, con un ricco programma di seminari e workshop al servizio di visitatori ed Espositori.

A PTE 2017  erano presenti 173 Espositori, di cui il 33% provenienti dall’estero, su una superficie di 4.000 mq. Nei tre giorni sono state registrate 4.592 presenze di operatori professionali, riportando così un aumento del 5% del numero di visitatoririspetto al 2016.

0-900x600

Più clienti o più qualità?

Domanda difficile che in molti si faranno. Meglio più lavoro (con tutti i rischi che ne conseguono) o focalizzarsi su determinati tipologie di clienti, ricercando però quelli di qualità (non solo per dimensione aziendale, s’intende precisione nei pagamenti, rispetto del lavoro, ecc)?

Francamente credo che questo sia un percorso da fare. Per poter emergere al meglio ci vuole esperienza, e molta di questa si accumula proprio nel tempo, attraverso “storie” di lavoro che spesso si ripetono, con problemi spesso noti (pagamenti, remunerazione a singhiozzi, ecc). Un’azienda che vuole affermarsi deve selezionare al meglio il proprio target di clientela. Spesso ci si mette molto tempo, ma è un’operazione importante ed è legittimo sia così.

Credo però che cercare clienti di qualità (e che rendano il lavoro davvero remunerativo) sia un percorso giusto, per onorare la propria professionalità ed ambizioni. Francamente pensateci bene: il cliente che paga il vostro servizio ad un costo molto basso (quasi sicuramente) vorrà che il vostro servizio funzioni allo stesso modo di uno che costa di più, sia efficiente e porti risultati (es. una penna da 5 euro non sarà bella e rifinita come una da 100, ma se non dovesse scrivere non sarebbe una penna funzionante).

E a fronte di un minimo ricarico, il professionista o l’azienda sarebbe in grado di fornire un servizio di alta qualità? E qualora ci fossero intoppi nell’esecuzione del lavoro (esempio un tempo più lungo per la sua realizzazione), il piccolo ricarico dell’azienda andrebbe in fumo. E pensate anche (e sempre) al “rischio” che qualsiasi lavorazione ha dietro di sé (figlia del rischio d’impresa).

Con questo non voglio dire che bisogna vender sabbia nel deserto a milioni di euro, ma propongo a tutti una riflessione sulla tipologia di cliente da selezionare per poter elevare davvero al qualità del proprio lavoro (prezzo compreso, dato che quest’ultimo è la somma di molti fattori) e… semplicemente lavorare più serenamente. Non abbiate paura, meglio focalizzarsi bene su chi può render il nostro lavoro “migliore” che correre tanti piccoli rischi

29496708_1388267117940921_5200435784024033002_n

Costruire relazioni con la propria lista di contatti

Oggi siamo orgogliosi di festeggiare con voi il nostro cinquantesimo Episodio. Grazie per averci ascoltato fin qui e per continuare a seguirci. Ci avete accompagnato nel percorso di evoluzione di questo podcast, che ha visto cambiamenti, la nascita di nuove collaborazioni e progetti e l’approdare di recente anche su Youtube, con la nostra Project Prosperity TV. Per festeggiare questa occasione speciale, abbiamo scelto di affrontare oggi un argomento molto importante, ma a volte un po’ trascurato: la lista contatti.
Ascolta “[050] Costruire relazioni con la propria lista di contatti” su Spreaker.

Ogni giorno numerose newsletter si affollano nella nostra casella di posta. Pertanto non è immediato voler comunicare ad altri il proprio indirizzo E-mail. Per portare l’utente a condividere con noi questo suo bene prezioso, dobbiamo quindi sempre più persuaderlo che possiamo aiutarlo in qualche modo, regalargli qualche strumento utile o consigliarlo affinché possa risolvere un suo problema. Con questa strategia, con l’ideazione e la promozione di un contenuto gratuitoindirizzato all’utente, possiamo costruire una valida lista contatti.

La lista contatti è fondamentale per il nostro business, perché è il veicolo per costruire una relazione con chi ci segue e per fidelizzare chi ci dimostra fiducia e interesse verso i prodotti o servizi che promuoviamo.

Ecco di cosa parleremo:

  • La lista contatti: come capitalizzare questo patrimonio
  • Dare valore gratuitamente per accrescere il proprio Brand
  • Individuare bene il proprio utente per potergli regalare qualcosa di utile
  • Esempi di contenuto gratuito
  • Come veicolare traffico verso il contenuto gratuito offerto
  • Le pagine di atterraggio
  • Esempi di Funnel
  • L’importanza delle relazioni online e off-line e della fidelizzazione
critiche-online-1200x675-1024x576

Come gestire le critiche online: alcuni suggerimenti

Gestire le proprie attività online, anche tramite Blog e Social Media, espone i professionisti e le aziende a possibili critiche pubbliche da parte degli utenti. Ma le critiche non devono essere vissute negativamente. Infatti delle critiche serie, articolate e costruttive, possono diventare un importante spunto per l’azienda o per il professionista. Ecco perché in questo episodio di ProsperityLive parliamo di come gestire le critiche online.

Ascolta “[048] Come gestire le critiche online: alcuni suggerimenti” su Spreaker.

Una critica, che talvolta sottolinea un punto di debolezza di un prodotto o di un servizio, può tramutarsi invece per l’azienda o per l’imprenditore in un punto di forza. Come? Sapendo gestire le critiche online in maniera corretta. Innanzitutto non si deve perdere la calma e si deve mantenere un tono educato e gentile. Inoltre si deve mostrare di prendere in considerazione la critica o il parere di chi ne è autore, anche se non si è d’accordo con quanto affermato. Certo, è fondamentale fare una distinzione per capire al meglio come gestire le critiche online. Ci sono infatti quelle che provengono da persone interessate a un dialogo costruttivo e ci sono, al contrario, le provocazioni riconducibili ai cosiddetti troll. Di questi personaggi discutibili, spesso presenti nelle comunità online, abbiamo parlato anche nell’Episodio 38, dedicato a come proteggere la propria reputazione online. Se si impara a gestire le critiche online nel modo giusto e in maniera propositiva, si coglie una grande opportunità per il proprio Brand e per la propria attività.

Ecco di cosa parleremo:

  • Come saper distinguere le critiche serie dalle provocazioni dei troll
  • Giusto atteggiamento verso le critiche online
  • Samsungcase study di come gestire le critiche online
  • Critiche come spunto per innovarsi e migliorare
  • Consigli per gestire le critiche online durante i webinar
ProsperityLive-Analytics-1200x675-1024x576

Quali informazioni ci fornisce Google Analytics sul nostro business

Siamo molto contenti di poter rispondere con questa puntata di ProsperityLivealla richiesta di una nostra ascoltatrice. L’argomento che trattiamo con piacere a seguito della sua segnalazione è: Google Analytics. Essendo uno strumento articolato, iniziamo a parlare oggi di alcuni suoi aspetti, riservandoci di approfondirne l’analisi in futuri appuntamenti del nostro podcast.
Ascolta “[047] Quali informazioni ci fornisce Google Analytics sul nostro business” su Spreaker.

Perché Google Analytics è di grande importanza per il nostro sito Internet e la nostra strategia online? Perché ci fornisce dei dati reali e significativi per capire come gli utenti si rapportano rispettano al nostro sito. Google Analytics permette infatti di sapere il numero di coloro che lo visitano, ma anche la loro provenienza geografica, gli orari in cui vi approdano e in generale il loro comportamento di navigazione sulle varie pagine. Questi dati devono essere letti e analizzati, soprattutto al fine di testare la nostra strategia e il raggiungimento dei nostri obiettivi. Rilevare, tramite Google Analytics, che qualcosa non sta funzionando come desideravamo è fondamentale per cambiare il tiro e migliorare ciò che stiamo facendo. E’ consigliabile quindi utilizzare questo strumento di analisi, per indirizzare gli utenti verso un percorso che sia più gradevole per loro e al tempo stesso più produttivo per il proprietario del sito.

Ecco di cosa parleremo:

  • Che cos’è Google Analytics e a cosa serve
  • L’analisi del comportamento dell’utente
  • Come trarre da questo strumento suggerimenti importanti sulla propria strategia
  • Come creare un account Google Analytics
  • Plugin disponibili per WordPress
  • Dati importanti da valutare